STORIE E LUOGHI DELLA BOLOGNA D’ACQUA

A partire dalla fine del XII secolo Bologna si dotò di un complesso sistema idraulico artificiale composto da chiuse (sul fiume Reno e sul torrente Savena), canali (tra cui quello di Reno, di Savena, delle Moline e Navile) e chiaviche, condotte sotterranee, che distribuivano a rete l’acqua in molte zone della città.

A bordo del CityRedBus sarà possibile seguire l'antico percorso dell'acqua in città soffermandosi su ciò che ancora esiste degli antichi manufatti idraulici che ancora recano tracce dei precedenti utilizzi come: l'antica pellacaneria di Via della Grada, opificio per la lavorazione delle pelli, l’ex Manifattura Tabacchi di Via Riva di Reno, l’antica area del Porto Canale, il canale Navile e l'area del Battiferro con i suoi numerosi opifici: la cartiera, il sostegno, la centrale idrotermoelettrica del 1901 e la fornace Galotti che ospita il Museo del Patrimonio Industriale.

La visita proseguirà in Museo alla scoperta della più celebre industria dell'antica Bologna che tra XV e XVIII secolo si afferma in Europa nella produzione di filati e veli di seta il cui successo si basa proprio sull'efficienza del sistema idraulico artificiale e sulla complessità delle tecnologie tessili adoperate.

 

Evento organizzato da Istituzione Bologna Musei-Museo del Patrimonio Industriale e CityRedBus

Dove: Ritrovo in via della Grada, 12.

Quando: ore 18:30

Quota di partecipazione: 12 euro (comprensivo di salita sull’Open Bus, guida turistica e ingresso al Museo del Patrimonio Industriale)

A tutti i possessori della card musei metropolitani uno sconto sul biglietto 9 €

Per Info e prenotazioni: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., Tel. 051 379452–366 6161319